lunedì 16 ottobre 2017

Ballerine di melanzane ripiene


DA TERMINARE  


Ingredienti:
2 melanzane piuttosto diritte

2 pomodori sodi
50 g di parmigiano grattugiato
1 panino raffermo
1 bicchiere di latte 
prezzemolo tritato
olio extravergine d'oliva
sale
pepe


Preparazione:
lavare le melanzane e  togliere il picciolo.
Con un coltellino incidere la buccia in modo da poter scavare la melanzana all'interno fino a simulare l'interno della scarpa.
Svuotare le melanzane dalla loro polpa e metterla in una ciotola con un filo di olio e un pizzico di sale. Mettere nel microonde a 750W per 8 minuti la polpa delle melanzane.
In una altra ciotola mettere il panino raffermo a dadini e bagnare con il latte.

Cuocere a microonde anche le melanzane per 6 minuti a 750W.
Preparare il ripieno mescolando l'interno delle melanzane dopo averle schiacciate con una forchetta. Aggiungere il panino ammollato e strizzato ed il parmigiano e mescolare fino ad avere un composto morbido.
Aggiungere del prezzemolo e farcire le scarpe.
Infornare a 180°C per circa mezz'ora, dopo aver unto la buccia delle melanzane.
Servire calde, ma sono ottime anche a temperatura ambiente.
Tagliare la buccia del pomodoro per formare la rosa da sistemare sulle ballerine cotte, prima di servire.


 








martedì 10 ottobre 2017

Torta di mele di Laura Busnelli

Laura ha una libreria a Milano, è una scrittrice ed ha partecipato all'evento 
di Orto e dintorni per Beat Leukemia insieme ad altri giallisti.
E' anche un'ottima cuoca.
Ha preparato questa torta di mele con un ingrediente insolito 
ma molto azzeccato perchè la sua torta ha un gusto speciale.
Ha regalato foto e ricetta al blog per contribuire
 a sostenere la onlus Beat Leukemia, ovviamente.


 
Ingredienti:
600 g di mele
1 limone (succo e scorza) meglio se bio
150 g di zucchero
50 g di nocciole
3 uova
1 vasetto da 125 g di yogurt (Laura ne ha usato uno alla vaniglia)
70 g di burro o margarina
200 g di farina
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito

Ingredienti:
sbucciare e affettare le mele e lasciarle in una terrina irrorate del succo del limone. Tritare zucchero con nocciole e scorza del limone. Amalgamare con le uova, il burro, la farina, il lievito e il sale.
Versare metà impasto in una tortiera diametro 26 cm precedentemente imburrata (Laura usa quelle usa-e-getta e non le imburra), distribuire metà delle mele senza sovrapporle, ricoprire col restante impasto e finire con le altre mele.
Cuocere in forno statico già caldo a 180°C per 40 minuti circa.

domenica 8 ottobre 2017

Canadian Thanksgiving cake



Il Thanksgiving Day, Giorno del Ringraziamento, 
è una festa di origine cristiana osservata in America.
Negli Stati Uniti si festeggia il quarto giovedì di novembre,
 in Canada, invece il secondo lunedì di ottobre.
Io festeggio in ottobre con i miei cognati e nipoti canadesi.


Ingredienti:
2 rotoli di pasta sfoglia integrale rettangolare
2 pere
1 mela
150 g di mirtilli
150 g di mirtilli rossi  
3 cucchiai di pangrattato
zucchero di canna

Preparazione:
sbucciare le mele e la pera. In una ciotola mettere mele e pera a dadini con i mirtilli ed i mirtilli rossi. Condire con 3 cucchiai di zucchero di canna e mescolare.
Stendere una sfoglia, spolverizzare con il pane grattugiato e versarvi il composto di frutta.
Stendere l'altra sfoglia e ritagliare con delle formine un tacchino e delle foglie di acero.
Coprire con la sfoglia la torta ed aggiungere le porzioni di pasta ritagliate come decorazione.
Spolverizzare con zucchero di canna ed infornare a 180°C per circa 30m minuti, fino a quando la sfoglia non risultarà dorata.










 






Anatra ripiena di frutta per il Canadian Thanksgiving






 IL Thanksgiving Day, Giorno del Ringraziamento, 
è una festa di origine cristiana osservata in America.
Negli Stati Uniti si festeggia il quarto giovedì di novembre,
 in Canada, invece il secondo lunedì di ottobre.
Io festeggio in ottobre con i miei cognati e nipoti canadesi.


 Ingredienti:
1 anatra da 3.500 g
2 arance non trattate 

1 pera
1 mela
1 bicchiere di vino bianco
1 bicchiere di acqua
rosmarino
salvia
pepe
sale
 

Preparazione:

lavare l'anatra e togliere le eventuali penne rimaste.
Lavare e tagliare a spicchi un'arancia e l'altra a fettine piuttosto spesse.
Lavare la mela e la pera e tagliare in quattro la mela e a metà la pera.
Inserire la frutta tagliata nell'anatra. Cospargere l'anatra di erbe aromatiche da entrambe le parti. Salare e pepare.
Sistemare l'anatra in una pentola con coperchio. Aggiungere il bicchiere d'acqua ed il bicchiere di vino, incoperchiare e infornare in forno già caldo a 180°C per circa 3 ore. Verificare la cottura con una forchetta, altrimenti continuare la cottura sempre con il coperchio. Una volta cotta scolare tutto il condimento e conservarlo in una ciotola.
Rimettere l'anatra nel forno senza coperchio e lasciare abbrustolire la pelle.
Io ho un contenitore comprato in Canada che mi permette di irrorare l'anatra con il sugo tenendo da parte il grasso. Altrimenti dovrete aspettare che si raffreddi il sugo in modo da poter eliminare la  parte grassa.
Non buttatela, però, potrete impastarci la piadina al posto dello strutto industriale.


Melanzane perlina alla griglia

 La melanzana perlina è il risultato di incroci naturali 
e non di manipolazioni genetiche. 
Originaria della Sicilia, nel Ragusano, viene coltivata in  serra 
per evitare l’impiego di fitofarmaci 
e l'impollinazione avviene per mezzo di bombi, insetti simili alle api.
Viene raccolta tutto l’anno, tranne che in agosto.
Lunga circa 15 cm dalla forma sottile ed allungata ha una polpa compatta
 che assorbe poco olio. Ha la buccia sottile e priva di semi 
che la rende gradevole da mangiare. 
Il sapore dolce e non amarognolo delle melanzane tradizionali  
non necessita di essere trattata con il sale prima di cucinarla.
Ha buona resa perchè ha solo il picciolo da elimare.

Ingredienti:

500 g melanzane perlina

sale
pepe 
uno spicchio d'aglio 
3 cucchiai di aceto di vino

olio extra vergine d'oliva



Preparazione:
lavare e tagliare a metà le melanzane per il lungo.

Ungere una padella con olio extra vergine d'oliva ed un pezzetto di aglio.
Togliere l'aglio e cuocere le melanzane da entrembe le parti.
Sfumare con l'aceto e lasciare evaporare.
Servire le melanzane perline calde condite con olio extra vergine a crudo, dopo aver insaporito con sale e pepe a piacere.






mercoledì 4 ottobre 2017

Risotto all'uva nera




Ingredienti per 4 persone:

400 g riso arborio
350 g di uva nera

100 g di taleggio
brodo di carne oppure di dado

mezzo scalogno
mezzo bicchiere di vino bianco o rosso
olio extra vergine d'oliva



Preparazione:
lavare e sgranare l'uva.
In una padella capiente far imbiondire lo scalogno tritato con un cucchiaio di olio extra vergine d'oliva.
Aggiungere il riso e far tostare qualche minuto e sfumare con il vino.
Iniziare a cuocere il risotto aggiungendo gli acini d'uva e brodo poco alla volta
A cottura ultimata spegnere il fuoco, aggiungere il taleggio. Mescolare e lasciare riposare il risotto per un paio di minuti prima di servire.

Spolverizzare di parmigiano grattugiato a piacere.





lunedì 2 ottobre 2017

Filetto al pepe verde con patate Hasselback (a fisarmonica)





Ingredienti:
 
2 bistecche di filetto
2 patate grandi
1 cucchiaio di pepe verde
rosmarino
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Preparazione:
lavare e tagliare le patate a fettine sottili senza però tagliare fino in fondo.
Condire le patate con olio, rosmarino, sale e pepe.
Infornare a 180°C per 45 minuti, fino a cottura delle patate.
Arroventare una bistecchiera.
Schiacciare i grani di pepe verde sulla carne e cuocere le bistecche sulla bistecchiera bollente per 2 minuti per parte (se volete la carne al sangue).
Servire con le patate dopo aver condito con olio e regolato di sale anche la carne.


In una ciotola mescolare il pangrattato con il parmigiano. Aggiungere il vino bianco, qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva, aglio e prezzemolo tritati.
Regolare di sale e pepe e cospargete sui funghi.
Infornare per 20 minuti a 200°C.
Preparare la salsa per la carne schiacciando i grani di pepe in una ciotola. Aggiungere olio extravergine d'oliva e rosmarino tritato. Regolare di sale.
Mettere a scaldare una bistecchiera di ghisa sul fuoco alto. Cuocere la carne da entrambi le parti ma lasciandola all'interno al sangue.
Servire dopo averla irrorata con la salsina di pepe verde, con contorno di funghi gratinati.




gggg