giovedì 29 novembre 2018

Torta all’arancia con topping di clementine di Vincenzina Rocchella







Vincenzina Rocchella ha un blog di cucina, Pane e Tulipani.
Ha deciso di contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia 
regalando la ricetta della sua torta all'arancia con topping di clementine


Ingredienti:
300 g di farina 00
3 uova
250 g di zucchero
600 g di arance (serviranno 200 ml di succo)
50 ml di olio di semi
1 bustina di lievito per dolci
50 g di cioccolato fondente

per il topping:
1 bicchiere di succo di clementine
1 cucchiaio di maizena
2 cucchiai di zucchero 


Preparazione:
scegliere arance bio, non trattate.
Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.
Lavare ed asciugare le arance. Sbucciarle, tenendone da parte una, eliminare i filamenti bianchi e frullare con il frullatore ad immersione.
Raccogliere tutto il succo filtrandolo con un telo.
Tenerne da parte 200 ml da utilizzare per la torta. 
In una capiente ciotola rompere le uova e lavorarle con la frusta elettrica aggiungendo lo zucchero. 
Aggiungere il succo e l'olio e continuate a mescolare.
Grattugiare la buccia dell'arancia tenuta da parte ed aggiungerla all'impasto.
Unire poco alla volta la farina, sempre mescolando ed aggiugendo il livito per dolci.
Mescolare bene ed aggiungere il cioccolato spezzettato grossolanamente.
Imburrare una teglia con cerniera e versarvi l'impasto. 
Livellare bene e cuocere a 180°C per circa 30 minuti.
Verificare con uno stuzzicadenti la cottura.
Spegnere il forno e lasciare la torta a raffreddare  con lo sportello aperto.
Una volta raffreddata sformare la torta e metterla su una gratella.
Preparare il topping sbucciando le clementine ed eliminare i filamenti bianchi.

Frullare con il frullatore ad immersione e filtrare il succo ottenuto.
Versare il succo ottenuto in un pentolino, aggiungere zucchero e maizena ed iniziare a cuocere a fuoco basso
Continuare a mescolare per evitare i grumi fino ad ottenere una crema liscia.
Lasciare intiepidire e versarla sulla torta, spalmandola bene per ricoprire tutta la supercifie.
Lasciare indurire la crema che diventarà lucida.
Potrete servire la torta aggiungendo un ciuffetto di crema di clementine. 



Potrete seguire Vincenzina sul suo blog qui:
Pane & Tulipani 
e sulla sua pagina Facebook qui:
Pane & Tulipani pagina FB 




martedì 27 novembre 2018

Stufato di cappello di prete con salsa di intingolo Vincenzina Rocchella

Vincenzina Rocchella ha un blog di cucina, Pane e Tulipani.
Ha deciso di contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia 
regalando di nuovo una delle sue gustose ricette. 
 Un secondo davvero gustoso

Ingredienti per 4 persone:
700 g di cappello del prete
2 carote
1 gambo di sedano
1 cipolla
4 gambi di prezzemolo
sale 
olio extravergine d'oliva
400 g di patate
1 tazzina da caffè di vino bianco
1 litro di brodo vegetale 

Preparazione:
preparare il brodo vegetale, eventualmente anche di dado.
Lavare ed asciugare il sedano ed il prezzemolo. Raschiare le carote e sbucciare la cipolla.
Tritare con il mixer le verdure tagliate prima a pezzi.

Lavare ed asciugare il cappello del prete, sistemarlo in una casseruola con un filo di olio e farlo rosolare da entrambi i lati.
Sfumare con il vino bianco e lasciate evaporare.

Aggiungere le verdure tritate, rosolare con la carne qualche minuto e poi coprire il tutto con il brodo.
Lasciare cuocere  per circa due ore coperto, fino a quando la carne non sarà ben cotta.
Girare ogni tanto la carne.

Nel frattempo sbucciare le patate e taglairle a grossi spicchi.
Lasciarle in acqua fredda per circa 10 minuti per eliminare l'amido.
A metà cottura della carne aggiungere le patate e portare a cottura.

Prelevare parte delle verdure con un po' di liquido di cottura e frullare aggiungendo a 
filo dell'olio extra vergine d'oliva, come quando si prepara la maionese.
Frullare fino ad avere un composto cremoso.
Sistemare la carne affettata nei singoli piatti insieme alle patate.
Coprire parte della carne con la salsa e servire.




Potrete seguire Vincenzina sul suo blog qui:
Pane & Tulipani 
e sulla sua pagina Facebook qui:
Pane & Tulipani pagina FB 




sabato 24 novembre 2018

Tacchino ripieno per il thanksgiving




 Tacchino per il giorno del ringraziamento
Thanksgiving day
In Canada si festeggia il secondo il secondo lunedì di ottobre,
mentre negli USA il quarto giovedì di novembre
Il thanksgiving è una festa nazionale nata nel 1863 come segno di gratitudine dei Padri Pellegrini, al termine della stagione del raccolto.
Io ho parenti canadesi ed americani.... festeggio due volte 


Ingredienti:

1 tacchino di 4 kg
200 g di prugne secche denocciolate

250 g di pane sbriciolato oppure 350 g di castagne bollite
200 g di gherigli di noci
100 g di cranberries
100 g di fichi secchi
2 mela
500 g di salsiccia spellata
150 g di pancetta
100 g burro
6 bicchierini di cognac (Grand Marnier)
salvia
rosmarino

2 mele
2 pere
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe



Preparazione:

In una ciotola tagliare a fette mezza mela dopo averla sbucciata e tenere da parta l'altra metà.

Aggiungere i fichi secchi tagliati a dadini, il cranberry, le noci, le prugne secche a dadini ed il pane a pezzetti (oppure le castagne bollite sbriciolate).
In una pentola rosolare la pancetta tritata. 
Aggiungere la salsiccia a pezzettini e lasiare rosolare qualche minuto con 65 g di burro.
Aggiungere salvia e rosmarino.

Regolare di sale e pepe e versare nella ciotola con il resto del ripieno.
Versare il cognac ed impastare bene.
Farcire il tacchino e  chiudere l'apertura con uno spiedino o con dello spago ed la mezza mela rimasta.
Tagliare a dadini i 35 g di burro rimasti e metterli sotto la pelle del tacchino, nella parte del petto.
Guarnire il tacchino con ciuffetti di rosmarino.
Salare e pepare. Sistemare nella pentola due mele e due pere.
Infornare coperto a 150-160°C in una pirofila da forno unta d'olio e con due bicchierini di cognac.
Lasciare cuocere per circa 3 ore bagnando ogni tanto il tacchino con il sugo.
Scoperchiare, filtrare il sugo ottenuto e rimettere il tacchino nel forno senza il coperchio per far rosolare la pelle.
Servire caldo con il sugo ottenuto, la salsa al cranberry e patate dolci americane.


una ricetta per patate dolci americane?
http://ortoedintorni.blogspot.it/2012/10/patate-americane-alla-paprika-e-zenzero.html








venerdì 23 novembre 2018

Verzini e cavolini di Bruxelles e cipolle di Tropea in agrodolce



Ingredienti per 4 persone:
12 verzini
600 g di cavolini di Bruxelles
12 cipolle di Tropea
olio extravergine d'oliva
sale
pepe
3 cucchiaio di zucchero
6 cucchiai di aceto

Preparazione:
lavare e mondare i cavolini e scottarli in acqua bollente salata.
Rosolare i verzini in una padella con un filo di olio extravergine d'oliva.
Aggiungere i cavolini e continuare la cottura.
In un'altra padella mettere un filo di olio,  o zucchero, l'aceto e qualche cucchiaio di acqua. Aggiungere le cipolle mondate e cuocere fino a cottura. Aggiungere eventualmente un cucchiaio di acqua se necessario.
Servire.

venerdì 16 novembre 2018

Tortino al cioccolato dal cuore morbido con lamponi



Ingredienti per 6 tortini:
200 g di cioccolato fondente
80 g di farina 00
100 g di zucchero (oppure 80 g di zucchero a velo)
100 g di burro
3 uova  
lamponi freschi
un pizzico di sale

Preparazione:
sciogliere a bagnomaria il cioccolato ed il burro. Aggiungere lo zucchero e laciare raffreddare.
In una ciotola sbattere le uova con il pizzico di sale.
Aggingere ora la crema di cioccolato continuando a mescolare.
Aggiungere la farina e continuare a mescolare fino ad avere una pastella liscia.
Imburrare ed infarinare gli stampini e versare il composto fino a 3/4.
Riporre in frigorifero.
Al momento di servire:
accendere il f orno statico a 180°C. Appena il forno sarà in temperatura infornare i tortini freddi di frigorifero per circa 8 minuti.
Appena i torntini inizieranno a gonfiarsi e a formare delle crepe saranno pronti per essere sformati.
Cavovolgere i tortini su un piatto da dessert, spolverizzare con zucchero a velo e servire caldi.








venerdì 9 novembre 2018

Risotto con asparagi di luppolo e dadini di Asiago di Vincenzina Rocchella







Vincenzina Rocchella ha un blog di cucina, Pane e Tulipani.
Ha deciso di contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia 
regalando di nuovo una delle sue gustose ricette. 
 Un risotto gustoso con prodotti di qualità

Ingredienti per 3 persone:
350 g di riso carnaroli
soffritto misto
150 g di asparagi di luppolo
80 g di formaggio Asiago
1 tazza da caffè di vino bianco
brodo vegetale di luppolo
una noce di burro
parmigiano grattugiato


Preparazione:
raccogliere le cimette di luppolo e lavarle.
Preparare il brodo nel quale andrà cotto il luppolo.
Togliere e tenere da parte qualche asparago di luppolo per la decorazione.
Regolare di sale e ultimare la cottura.
In una tegame antiaderente  far dorare il soffritto misto.
Aggiungere il riso e far tostare. Sfumare conl vino bianco e, sempre mescolando, lasciare assorbire.
Portare a cottura il riso aggiungendo di volta in volta un po' di brodo e tutti gli asparagi.
Nel frattempo tagliare a piccoli dadini il formaggio.
A cottura ultimata mantecare il risotto con una noce di brro ed il parmigiano.
Aggiungere anche metà dei dadini di Asiago e coprire per qualche minuto senza mescolare.
Mantecare e servire con il luppolo rimasto, i dadini di Asiago e del  parmigiano grattugiato.


Potrete seguire Vincenzina sul suo blog qui:
Pane & Tulipani 
e sulla sua pagina Facebook qui:
Pane & Tulipani pagina FB 










mercoledì 7 novembre 2018

Ciambellona di panbrioche farcita con marmellata d'arancia di Mary Caravetta



Mary Caravetta ha un gruppo di cucina su Facebook,
Buonaricetta...non solo dolce 
Oggi ha scelto una ciambellona di panbrioche farcita con marmellata di arance  per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia



Ingredienti:
300 g di farina 00
100 g di farina manitoba
50 g di zucchero
50 g di burro
100 ml di latte
8 g di lievito di birra
1 uovo intero
1 pizzico di sale
1 tuorlo e due cucchiai di latte per spennellare
marmellata di arance per farcire
granella di zucchero per copertura


Preparazione:
mettere la farina nella ciotola della planetaria o a fontana sul piano di lavoro.
Aggiungere l'uovo, il burro morbido e amalgamate alla farina.
Unite il lievito di birra sciolto nel latte tiepido ed infine lo zucchero ed il sale.
Impastare fino ad ottenere un panetto morbido e liscio.
Lasciate lievitare in una ciotola coperta da pellicola per 4 - 5 ore, fino a quando non triplica di volume.
Riprendere l'impasto, schiacciare delicatamente sul piano di lavoro e stenderlo con il matterello in una sfoglia rettangolare  di cm 50x 30, dello spessore di un cm.
Su uno dei due lati più lunghi praticare dei tagli di circa 3 cm larghi e lunghi 20 cm.
Sull'altro lato dove non sono stati praticati i tagli, farcire con la marmellata.
Arrotolare e farcire una seconda volta.
Arrotolare ed avvolgere con le striscioline tagliate precedentemente fino a ricoprire tutta la ciambella.
Unire le due estremità formando una ciambella.
Lasciare lievitare ancora per almeno un'ora direttamente su carta forno.
Spennellare delicatamente con il tuorlo sbattuto con il latte e cospargere la superficie con la granella di zucchero.
Infornare a 180°C per circa 15-20 minuti, fino a quando la ciambella non sarà bella dorata.
Sformare su un piatto da portata.




Potrete seguire Mary nel suo gruppo Facebook Buonaricetta...non solo dolce



lunedì 5 novembre 2018

Focaccia a funghetto soffice soffice


Ingredienti:
500 g di farina di grano tenero tipo 1 (io ho usato Emiliano il Manitoba Italiano dei Molini Pivetti)
250 ml latte
50 ml di acqua 
1 cubetto di lievito di birra
sale
25 g di olio extravergine d'oliva

Preparazione:
impastare la farina con il latte e l'olio dopo aver sbriciolato il cubetto di lievito nell'impasto.
Quando i liquidi saranno quasi assorbiti aggiungere il sale.
Impastare fino ad ottenere un impasto liscio.
Mettere a lievitare coperto con uno strofinaccio per almeno 2 ore.
Una volta lievitata, versare la pasta sulla spianatoia infarinata facendo attenzione a non sgonfiare la pasta.
Tagliare a salamini ed ogni salamino a tocchetti poco più grandi di gnocchi.
Fare per ogni pezzo le piege ed formare dei piccoli cilindri.
Sistemare tutti i cilindri su una teglia unta d'olio fino a terminare l'impasto.
Cuocere a 200°C per circa mezz'ora.