lunedì 29 febbraio 2016

Rigatoni Pie di Martina Lupi

Martina ha preparato questa gustosa rigatoni pie ed ha poi fotografato e regalato
foto e ricetta al blog per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia

Ingredienti:

600 g di rigatoni

250 g di ricotta
200 g di parmigiano grattugiato
600 g di ragù di Orto e Dintorni
olio extravergine d'oliva

Preparazione:
cuocere la pasta in acqua salata e scolarla al dente.
Condire con olio extravergine d'oliva.




In una ciotola mescolare la ricotta con 100 g di parmigiano grattugiato.

  
Versare quaqlche cucchiaio di ragù sul fondo di una teglia con cerniera ed iniziare a sistemare i rigatoni tutti in fila con l'apertura verso l'alto.



Con una spatola versare la crema di ricotta facendo in modo che penetri nei rigatoni.


Coprire con il restante ragù.
 



Spolverizzare con il rimanente parmigiano grattugiato.
Infornare per 30 minuti circa a 180°C.




venerdì 26 febbraio 2016

Biscotti alle mandorle home made farciti






Ingredienti:
per la frolla
300 g farina
180 g burro
120 g zucchero
100 g mandorle sgusciate oppure farina di mandorle
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di cannella

per farcire
crema di nocciole
o confettura a piacere


Preparazione:


montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa.
Aggiungere le due farine, un pizzico di sale e la cannella,
Impastare velocemente ed avvolgere l'impasto in pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per almeno un ora.
Stende l'impasto dello spessore di mezzo centrimetro e ritagliare dei cerchi con un bicchiere.
Timbrare i biscotti con lo stampino e sistemare i biscotti su una teglia rivestita di carta forno.
Lasciare riposare ancora i biscotti per almeno mezz'ora in frigorifero.
Cuocere i biscotti a 170° C su carta forno per circa 15 minuti.
Raffreddare i biscotti su una gratella.
Spalmare metà dei biscotti con crema di nocciole o confettura di frutta. Accoppiare con la metà senza farcitura.










martedì 23 febbraio 2016

Tazze e coperchi di frolla ripieni di cioccolata calda






Ingredienti:
4 coppette di ceramica da forno

per la frolla
400 g di farina
120 g di zucchero

3 albumi
120 g di burro
un pizzico di sale

per la cioccolata calda
500 ml di latte intero
5 cucchiai di cacao amaro
zucchero a piacere (io non lo metto)
50 g di cioccolato fondente
1 cucchiaino di fecola di patate

per la decorazione dei coperchi
100 g di cioccolato fondente
mandorle in lamelle





Preparazione:
preparare la frolla impastando velocemente il burro morbido con la farina, lo zucchero ed il sale. Una volta ottenuto un impasto sabbioso, aggiungere gli albumi fino ad avere un impasto liscio. Avvolgere l'impasto nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per almeno un'ora.
Sistemare le coppette di ceramica rovesciate su carta forno.
Stendere la frolla e foderare le coppette con la frolla. Ritagliare dalla frolla anche i coperchi utilizzando un bicchiere un po' più grande delle coppette.
Con piccoli pezzi di pasta frolla fare i manici dei coperchi e sistemarli sui coperchi con della carta stagnola per evitare che in cottura si chiuda il buco.
Cuocere a 170°C per circa mezz'ora.
Lasciare raffreddare e staccare le tazze dalle coppette.
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato.
Spennellare i bordi dei coperchi nel cioccolato fuso e poi nelle mandorle a lamelle.
Togliere la stagnola dai manici.
Lasciare raffreddare su carta forno.
Preparare la cioccolata calda sciogliendo il cioccolato nel latte. Aggiungere il cacao e la fecola e continuare a mescolare fino ad ottenere una consistenza cremosa.
Lasciare leggermente intiepidire e versare nelle tazze.



 


lunedì 22 febbraio 2016

Polpo condito con passatelli di patate



Ingredienti:
1 polpo da circa 1 kg
1 carota
1 costa di sedano
mezzo bicchiere di vino bianco
500 g di patate a pasta gialla
1 cuore di sedano
sale
pepe
olio extra vergine d'oliva
olive nere (facoltative)

Preparazione:
riempire una pentola di acqua fredda, aggiungere una costa di sedano e la carota.
Portare ad ebollizione. Appena l'acqua inizia a bollire versare il vino e tuffarvi il polpo.
Lasciare bollire per circa 40 minuti. Verificare la cottura con una forchetta.
Lasciare raffreddare completamente il polpo nell'acqua.
Bollire le patate, sbucciarle e schiacciarle con l'attrezzo per i passatelli che ha i buchi più larghi del classico schiacciapatate.
Adagiare le patate in ciotole monoporzione.
Tagliare a dadini il polpo e condire con olio, sale, pepe e sedano a dadini.
Nel centro di ogni ciotola versare il polpo condito.
Passare 5 minuti nel forno prima di servire in modo da avere la pietanza tiepida.
Salare e condire con olio a crudo le patate prima di servire.


venerdì 19 febbraio 2016

Carpaccio di pesce spada affumicato





Ingredienti:
trancio di pesce spada affumicato
cuore di sedano
erba cipollina
2 arance
semi di papavero
olio

pepe


Preparazione:
sbucciare le arance e tagliarle a fette rotondo e disporle sul piatto di portata. 
Affettare il pesce spada affumicato e disporlo sulle fette di arance.
Affettare con la mandolina il sedano e cospargerlo sullo spada insieme all'erba cipollina tagliata con le forbici.
Condire con olio e pepe e spolverizzare con i semi di papavero.



potete servire il carpaccio con croissant ai semi di papavero
seguendo la ricetta di Orto e Dintorni dei  croissant salati
(modificando il ripieno)





martedì 16 febbraio 2016

Girandola di panbrioche ripiena di Martina Lupi











Martina Lupi ha preparato il panbrioche ripieno di pomodoro, 
mozzarella e prosciutto cotto.
Ha poi fotografato e regalato la foto al blog per sostenere la onlus Beat Leukemia





Ingredienti:
per la pasta brioche
500 g di farina manitoba
1 cubetto di lievito di birra
300 ml latte tiepido
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiai di burro sciolto
sale


per la farcia
mozzarella
prosciutto cotto affettato
salsa di pomodoro
sale e pepe

Preparazione:
sciogliere il lievito ed un cucchiaiono di zucchero nel latte tiepido.
Lasciare riposare circa 15 minuti.
Sciogliere il burro e lasciare intiepidire.
Nella planetaria impastare la farina con il burro ed il lievito sciolto. Aggiungere il sale solo quando il liquido sarà stato assorbito.
Impastare fino ad ottenere un impasto liscio.
Lasciare lievitare l'impasto in una ciotola coperta con uno strofinaccio umido per almeno 2 ore.
Condire la passata di pomodoro con sale e pepe.
Dividere l'impasto in 4 pezzi e stendere ciascun pezzo fino ad ottenere una sfoglia rotonda. Potete usare una teglia rotonda per ritagliare dalla sfoglia la base rotonda.
Conservare la pasta in eccesso.
 
Cospargere la prima sfoglia con la passata di pomodoro, la mozzarella a dadini e le fette di prosciutto cotto.
 Stendere la seconda sfoglia e continuare fino a esaurire i 4 pezzi di impasto.
Impastare la pasta avanzata da ogni taglio e ricavare una sfoglia che servirà per coprire i 4 strati precedenti.
Praticare ora 16 incisioni senza arrivare fino al centro delle sfoglie.


 Storcere ogni spicchio in modo da far vedere la farcitura.

 Un cucchiaio di passata di pomodoro nel centro....
 Lasciare lievitare ancora per mezz'ora e poi cuocere a 180°C per circa 40 minuti.




domenica 14 febbraio 2016

Cuore di risotto con le fragole, erba cipollina e glassa di aceto balsamico

  

Ingredienti per due persone:

200 g riso per risotto
200 g fragole
brodo di carne oppure di dado
erba cipollina
1 scalogno piccolo
mezzo bicchiere di vino rosso corposo
olio extra vergine d'oliva
glassa di aceto balsamico Ponti


Preparazione:

in una padella capiente far imbiondire lo scalogno tritato con olio extra vergine d'oliva.
Aggiungere il riso e far tostare qualche minuto e sfumare con il vino rosso.
Iniziare a cuocere il risotto aggiungendo brodo poco alla volta.
Scegliere 2 fragole per la guarnizione e tagliare a cubetti tutte le altre.
Aggiungere al riso le fragole tagliate a cubetti e portare quasi a cottura il risotto aggiungendo brodo quando necessario.

A cottura ultimata spegnere il fuoco, aggiungere l'erba cipollina tagliuzzata con le forbici e lasciare riposare un paio di minuti.
Versare il risotto sui piatti dandogli la fora del cuore.

Guarniere con una fragola e glassa ogni piatto.










martedì 9 febbraio 2016

Crostata al mascarpone ed amaretti di Rosella Beretta



Rosella Beretta ha preparato la crostata al mascarpone ed amaretti 
ed ha regalato la ricetta al blog per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia



Ingredienti:
per la frolla
300 g di farina
120 g di burro
100 g di zucchero
2 tuorli
la scorza grattugiata di 1 limone
2 cucchiai di latte

1 pizzico di sale

per la farcia
250 g di marscarpone fresco
180 g di amaretti
100 g di zucchero
1 uovo
1 tazzina di amaretto di Saronno



Descrizione:
impastare tutti gli ingredienti per la frolla, formare una palla e lasciare frollare in frigorifero per mezz'ora avvolta nella pellicola trasparente.
Preparare la farcia mescolando il mascarpone con lo zucchero. Aggiungere il liquore e l'uovo e mescolare fino ad avere un composto cremoso.
Stendere la frolla lasciando da parte 1 quarto di impasto, e foderare una tortiera.
Sbriciolare gli amaretti sul fondo della frolla e poi versarci il composto cremoso.
Con la frolla tenuta da parte formare delle strisce e guarnire la crostata.
Rosella ha cotto la sua crostata nel kit forno di Magic Cooker cuocendo sul fornello per circa 40 minuti.
Infornare a 180C° per circa 40 minuti, fino a quando la crostata non sarà diventata color biscotto.
Sfornare e lasciare raffreddare su una gratella.
Spolverizzare di zucchero a velo prima di servire.


giovedì 4 febbraio 2016

Chiacchiere al forno o fritte?






Ingredienti:
240 g di farina
20 g di burro
1 cucchiaio di zucchero
2 tuorli
la scorza grattugiata di 1 limone
2 cucchiai di marsala (o grappa. cognac, vino bianco, rum, acquavite)
1 pizzico di sale
olio per friggere
zucchero a velo

Preparazione:
in una ciotola sbattere le uova con lo zucchero ed il liquore.
Setacciare la farina sulla spianatoia, fare la fontana ed impastare aggiungendo le uova con lo zucchero ed il liquore. Aggiungere un pizzico di sale ed il burro morbido e continuare ad impastare fino ad avere un impasto liscio ed elastico.
Avvolgere il panetto nella pellicola trasparente e lasciare riposare per circa 30 minuti.
Dividere l'impasto in vari pezzi e stendere ciascun pezzo con la macchinetta.
Ritagliare dalle sfoglie dei rettangoli dello spessore di 3 mm circa, larghi 5 cm e lunghi 10  e praticare due incisioni su ciascuno.


Metodi di cottura:

friggere le chiacchiere poche alla volta in abbondante olio caldo, scolare e lasciare raffreddare.


Sistemare le chiacchiere sulla placca del forno foderata di carta forno e cuocere a 180°C per circa 15 minuti.


Una volta raffreddate, spolverizzare le chiacchiere di zucchero a velo.




Bomboloni salati ripieni



Ingredienti:
500 g di farina
300 g di patate sbucciate
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
80 g di burro a temperatura ambiente
02 uova intere
prosciutto cotto a dadini
provola affumicata a dadini


Preparazione:
lavare e bollire le patate con la buccia. Una volta cotte sbucciarle e schiacciarle con lo schiaccia patate. Lasciare raffreddare.
Impastare il purè di patate con la farina, le uova , il burro morbido ed il lievito.
Dividere l'impasto in pezzi grandi come mandarini.
Farcire ogni bomba con prosciutto cotto e scamorza a dadini. Chiudere formando una palla e adagiarla su un foglio di carta forno.
Una volta terminato l'impasto, lasciare lievitare le bomba coperte con carta forno e poi con uno strofinaccio per circa 1 ora, fino a quando non raddoppieranno di volume.
Friggere in abbondante olio caldo, scolare su carta assorbente e servire calde.










martedì 2 febbraio 2016

Sfrappole di Miriam Pagliani


Miriam Pagliani è una mia amica da tantissimi anni, 
conosciuta ai Caraibi, durante il nostro viaggio di nozze.
Miriam vive a Carpi, borgo antico nel modenese, cucina davvero tanto bene 
ed ha deciso di regalare la ricetta delle sfrappole
 per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia.


Sfrappole in memoria di nonna Bruna, sua nonna.

Ingredienti:
1 uovo
1 cucchiaino raso di zucchero semolato
1 cucchiaino raso di zucchero a velo
1 bicchierino di cognac
100 g di farina
qualche goccia di succo d'arancia

olio per friggere
zucchero vanigliato


Preparazione:
impastare la farina con un uovo, gli zuccheri, il cognac e qualche goccia di succo d'arancia, fino ad ottenere un panetto liscio.
Dividere l'impasto in vari pezzi e tirare ciascun pezzo con la macchinetta in una sfoglia sottilissima.
Il segreto di nonna Bruna è tirare la sfoglia con la macchinetta perchè si riesce ad ottenere una sfoglia sottilissima, impresa più difficile con il matterello.
Tagliare a strisce le sfoglie e fare dei nastri.
Friggere le sfrappole poche per volte in abbondante olio.
Scolarle su carta assorbente.
Una volta raffreddate cospargerle di zucchero vanigliato.

lunedì 1 febbraio 2016

Millefoglie con crema pasticcera e mandorle

 
Ingredienti:
3 rotoli di pasta sfoglia già pronta
mandorle a lamelle
zucchero a velo


4 tuorli
12 cucchiai di zucchero
6 cucchiai di farina

750 ml di latte
la scorza di un limone (a fette o grattugiata)

Preparazione:

iniziare con la crema pasticcera.
Montare i tuorli con lo zucchero. Aggiungere la farina e, sempre mescolando, il latte e la buccia di limone.
Mettere ora il tegame sul fuoco e cuocere mescolando fino ad avere la consistenza desiderata.
Togliere la buccia di limone (solo se non è stata grattugiata) e lasciare raffreddare.

Versare la crema in una ciotola di vetro e spolverizzarla con zucchero a velo per impedire che si formi la pellicola sulla superficie.
Srotolare la prima sfoglia e bucherellarla con una forchetta.
Cuocere una per volta le sfoglie nel forno caldo a 180°C per circa 15 minuti ciascuna.
L'ultima sfoglia spolverizzarla di zucchero dopo averla bucherellata.
Sistemare la prima sfoglia su un piatto da portata. Versarvi metà circa della crema e stenderla su tutta la superficie.
Coprire con la seconda sfoglia e versare quasi tutta la crema rimasta. Coprire con la terza ed ultima sfoglia (quella con lo zucchero).
Spalmare la crema rimasta intorno alla circonferanza della torta e decorare con le mandorle a lamelle.
Spolverizzare la millefoglie con tanto zucchero a velo.
Conservare in frigorifero.

PS meglio se preparata il giorno prima.
 







Crema pasticcera di Orto e Dintorni (