giovedì 27 aprile 2017

Confettura di rabarbaro e fragole candonga




Ingredienti:
1 kg di fragole candonga (al netto)
800 g di rabarbaro (solo la costa)
1 limone
400 g di zucchero di canna integrale moscovado

Preparazione:
lavare le fragole, togliere il picciolo e tagliarle a dadini.
Togliere le foglie dal rabarbaro, lavare le coste e togliere i filamenti.
Tagliarlo a tocchetti ed aggiungerlo alle fragole insieme alla buccia grattugiata di un limone.
Aggiungere lo zucchero, il succo del limone, mescolare e lasciare riposare per almeno 2 ore.
Cuocere a fuoco basso mescolando di tanto in tanto, lasciando cuocere per circa 40 minuti.
Fare la prova del piattino per verificare la giusta consistenza della confettura.
Versare la confettura nei barattoli di vetro, chiudere ermeticamente e capovolgere i barattoli per il sottovuoto.
Lasciare raffreddare capovolti.
Quando si sentirà il "tac" o comunque il coperchio non si potrà flettere la confettura è pronta e il sottovuoto è fatto.
Conservare in dispensa o regalare agli amici.
E' ottima per le crostate, per le merende, ma anche con formaggi, gelati, panna cotta o crema pasticcera.

Se avete un estrattore di succhi potrete preparare questa confettura utilizzando lo scarto dell'estratto di fragole e limone.




martedì 25 aprile 2017

Gnocchi di semolino al formaggio di fossa, noce moscata e limone

 gli gnocchi di semolino che si credono dei passatelli



Ingredienti:
250 g di semola
1 litro di latte
200 g di formaggio di fossa grattugiato
parmigiano grattugiato
buccia grattugiata di un limone
noce moscata
pepe
2 tuorli
burro

Preparazione:
scaldare il latte in una pentola. Aggiungere il sale e quando alza il bollore versare il semolino a pioggia, mescolando per non formare grumi.
Cuocere mescolando per circa 20 minuti, fino ad ottenere una polentina piuttosto soda.
Spegnere il fuoco e mantecare con il formaggio grattugiato e i due tuorli, uno per volta.
Aromatizzare con la noce moscata e la buccia di limone grattugiate.
Regolare di sale e pepe.
Versare il composto su un piatto livellandolo bene. Con una spatola rigata praticare le incisioni e lasciare raffreddare.
Tagliare a quadrotti e sistemarli in una teglia leggermente unta. Spolverizzare con parmigiano grattugiato e qualche fiocchetto di burro.
Infornare a 180°C per circa mezz'ora, fino a doratura.
Servire caldi.
 
 








lunedì 24 aprile 2017

Minestra garmugia lucchese di Nadia Peviani







 Nadia Peviani ha preparato la garmugia, una minestra di antica tradizione
 della cucina lucchese che dura lo spazio di una primavera
perchè è importante che ogni ingrediente usato sia fresco.
Piselli, carciofi, asparagi, fave fresche per una zuppa primaverile.
Nadia ha pensato a Beat Leukemia
regalando foto e ricetta per contribuire a sostenere la onlus.



Ingredienti:
500 g di piselli
1 kg di fave fresche, piccole e tenere
4 carciofi di taglia piccola
400 g di asparagi sottili
150 g di polpa macinata di vitellone
100 g di pancetta stesa (rigatino)
4 cipollotti freschi
1 litro di brodo (di carne o vegetale)
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 bicchiere di vino bianco
sale
pape nero
4 fette di pane casereccio (150 g circa)
Preparazione:
pulire le cipolline ed affettarle finemente. Farle imbiondire con l'olio in un tegame aggiungendo la carne macina e la pancetta tagliata a dadini piccoli.
Far rosolare bene e sfumare con il vino bianco.
Aggiungere le verdure mescolando e facendo stufare per circa 15 minuti.
Trasferire il tutto in una pentola di coccio, coprire con il brodo, regolare di sale e pepe e continuare la cottura a fuoco lento per circa 30 minuti.
Tagliare il pane a tocchette e farlo tostare nel forno.
Servire la garmugia in scodelle con il pane tostato, un filo di olio a crudo e parmigiano reggiano a piacere.
 
 

domenica 23 aprile 2017

Gamberoni al bacon di Cristiano Rizzo


Cristiano Rizzo ha regalato al blog foto e ricetta dei suoi gamberini al bacon
 per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia.


Ingredienti per 4 persone:
12 gamberi argentini
12 fette di bacon tagliete sottili
il succo di 2 limoni
bacche di ginepro
olio extra vergine d'oliva
prosecco
sale
pepe


Preparazione:
sgusciare  i gamberi facendo attenzione a non staccare la testa, lasciando intatto 
l'ultimo anello che precede la coda. Con un coltellino togliere l'intestino.
Adagiare i gamberi in un contenitore non di plastica. Aggiungere succo di limone, bacche di ginepro, olio extra vergine d'oliva, prosecco e regolare di sale e pepe.
Lasciare marinare i gamberi in frigo per almeno un'ora, girandoli ogni tanto per insaporire tutti i gamberi.
Stendere un foglio di carta forno precedentemente bagnato e strizzato su una placca del forno.
Avvolgere una fetta di bacon intorno ad ogni gambero, sistemandoli sulla carta forno.
Cuocere a 180°C per circa 10, massimo 15 minuti.
Servire caldi, accompagnati con una insalata di puntarelle alla romana di Orto e Dintorni con aggiunta di germogli di barbabietola.

Potrete segurie Cristiano QUI e QUI

 

venerdì 14 aprile 2017

Pizza al formaggio di Pasqua di Clara



Clara, la mia mamma, ogni anno per pasqua prepara la pizza al formaggio.
La tradizione vuole che venga gustata a colazione con salame e uova sode.
Ovviamente ha regalato foto e ricetta al blog 
per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia





Ingredienti:
per la biga
50 g di farina manitoba
35 g di lievito di birra
100 g di latte
1 cucchiaino di zucchero

Per la pasta
500 g di farina manitoba
275 g di pecorino romano e parmigiano grattugiati
6 uova
100 g di burro
15 g di zucchero
75 g di olio extra vergine d’oliva
Mezzo cucchiaino di sale
Pepe

Preparazione:
per la biga lavorare con la frusta la farina ed il lievito sciolto nel latte tiepido e zucchero.
Far lievitare il composto coperto con la pellicola a temperatura ambiente per mezz’ora, fino a quando non sarà raddoppiato di volume.
In una ciotola lavorare la farina con 3 uova intere, aggiugendo il burro morbido, l’olio, lo zucchero, il sale e la biga.
Impastare fino ad ottenere una pasta liscia.
Aggiungere le uova rimaste una per volta, agggiungendo l’uovo successivo solo quando è amalgamato il precedente. Versare nell’impasto anche i formaggi ed il pepe e impastare fino ad ottenere un composto liscio e morbido.
Lasciare lievitare per 20 minuti in una ciotola unta e coperta con la pellicola.
Formare una palla, trasferirla in una teglia unta di olio e lasciare lievitare per un’ora e mezza coperta con un canavaccio.
Cuocere in forno caldo a 190°C per circa 1 ora.
A metà cottura coprire la superficie con carta stagnola per non farla scurire troppo.
Verificare cottura con uno spiedino. Sfornare, lasciare raffreddare e servire con salame, uova sode a piacere.

giovedì 13 aprile 2017

Cullura di Pasqua di Mary Caravetta



Mary Caravetta ha regalato al blog foto e ricetta della sua cullura,
un dolce tipico del sud con l'uovo sodo per la Pasqua
 per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia.

Ingredienti:
per la frolla:
800 g di farina
300 g di zucchero semolato
4 uova
150 g di olio di semi di mais
50 g di latte intero fresco
1 cucchiaino di lievito per dolci
2 cucchiai di scorza d'arancia grattugiata
2 pizzichi di sale

per il ripieno:
300 g di frutta secca mista a pezzetti (uvetta, noci, mandorle, nocciole)
2 arance bio bionde (di una anche la polpa a pezzetti, dell'altra solo la scorza arancione)
3 cucchiai di zucchero semolato
4 cucchiai di miele d'acacia
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 uovo sodo

per decorare:
zuccherini colorati
100 g zucchero a velo
3 - 4 cucchiai di acqua


Preparazione:
setacciare la farina con lo zucchero e il lievito. Impastare aggiungendo le uova, l'olio, il latte, sale e scorza grattugiata.
Formare un panetto di impasto liscio e sodo e lasciare riposare fuori dal frigo qualche minuto.
Dividere in 3 parti uguali l'impasto, tenendo da parte un pezzettino che servirà per il contorno e la croce sull'uovo.
Stendere ogni parte di impasto con il matterello dello spessore di circa 1 cm, dandogli una forma rettangolare lunga circa 50 cm.
Preparare il ripieno.
Tagliare a pezzetti la scorza di un arancia e farla bollire nell'acqua per qualche minuto.
Scolarla e rimetterla a cuocere insieme alla polpa a pezzetti con 3 cucchiai di zucchero. Quando si otterrà un composto fluido spegnere il fuoco e profumare con la cannella.
Ammollare l'uvetta, strizzarla ed aggiungerla con il resto della frutta secca al composto di arance, aggiungendo il miele.
Il consiglio è di preparare il ripieno la sera prima.
Farcire ogni rettangolo di frolla, arrotolare e bagnare con albume l'esterno per sigillare bene.  Formare una treccia con i tre rotoli ripieni direttamente sulla carta forno.
Decorare con un uovo fissandolo con gli avanzi di pasta.
Scaldare il forno a 200°C, abbassare il calore a 170°C ed infornarare la treccia.
Continuare la cottura per 25 - 30 minuti, fino a quando non sarà dorata.
Lasciare raffreddare.
Sciogliere lo zucchero a velo con l'acqua per formare una glassa.
Decorare la cullura con la glassa, zuccherini colorati, fiocchi e fiori a piacere.

Potrete seguire Mary su Facebook QUI


mercoledì 12 aprile 2017

Biscotti di Pasqua di Maria Teresa Masela



Maria Teresa Masela ha regalato al blog foto e ricetta dei suoi biscotti 
fatti apposta per Pasqua per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia.

Ingredienti:
400 g di farina
125 g di burro
125 g di zucchero
2 uova
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
buccia grattugiata di un limone
 
Per decorare
pasta di zucchero 
confetti colorati


Preparazione:
lavorare rapidamente tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido. Avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo per 30 minuti.
Stendere la pasta, ricavare le forme carnevalizie con gli stampini e cuocere i biscotti in forno a 170°C per circa 10 minuti.
Lasciare raffreddare i biscotti su una gratella.
Stendere la pasta di zucchero e ricoprire ogni biscotto.
Decorare i biscotti a piacere con confetti colorati.

 

Ovetti e sfere di cioccolato di Annamaria Monti


Annamaria Monti ha un negozio di fiori a Lissone, in Brianza
Le piace cucinare ed ha prepararato ovetti e sfere di cioccolato ripieni 
regalando foto e e ricetta al blog per sostenere la onlus Beat Leukemia
 
 
Ingredienti per ogni sfera:
50 g di cioccolato

1 savoiardo
un cucchiaino di alchermes
2 cucchiai di crema pasticcera (crema pasticcera di Orto e Dintorni)
1 fragola
stampi in silicone

Preparazione:
sciogliere a bagnomaria il cioccolato e applicarlo con un pennello nello stampo. Lasciare asciugare in frigorifero per 10 minuti e ripetere l'operazione.
Lasciare solidificare bene in frigo per almeno un ora.
Estrarre dagli stampi le due semisfere delicatamente e ritagliare con l'aiuto di un coltello il cioccolato fuoriuscito dalla forma.
Sbriciolare all'interno di una semisfera un savoiardo bagnato nell'alchermes, coprire con crema pasticcera e decorare con mezza fragola.
Chiudere con l'altra semisfera avendola prima passata pochi secondi su una padella antiaderente calda. Così la sfera verrà sigillata.
Conservare in frigo le sfere ottenute fino al momento di servire.
Al momento di servire potrete colarvi sopra della cioccolata bollente in modo che sciolga il guscio per avere la sorpresa!
 

lunedì 10 aprile 2017

Torta al cioccolato con marmellata di lamponi e fragole di Daniela Borzelli


Daniela Borzelli di Bio Piatto ha preparato queste golosa torta 
al cioccolato con i frutti di bosco 
ed ha regalato foto e ricetta al blog 
per contribuire a sostenere la onlus Beat Leukemia


Ingredienti per 1 torta diametro 22 cm:
170 gr di farina 00 bio
olio o burro (per oleare la teglia)
250 ml di latte (1 bicchiere)
100 gr di zucchero
60 gr di cacao fondente (amaro)
gocce di cioccolato
1 confezione di fragole bio
1 confezione di fragoline di bosco bio
1 confezione di more bio
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo
sciroppo alle fragole
panna spray
cioccolato fuso caldo (per decorare le fette a piacere)

Preparazione: 
setacciare in una ciotola zucchero, farina, cacao e il lievito. Scardare il latte e versarlo tiepido nella ciotola mescolando con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo non troppo fluido. Imburrare ed infarinare una teglia del diametro di 20-22 cm e versarvi il composto con qualche goccia di cioccolato fondente. Infornare a 180°C per 30-35 minuti circa. Verificare la cottura della torta con uno stuzzicadenti e continuare la cottura se necessario. Lasciare raffreddare la torta su una gratella. Una volta fredda tagliarla in senso orizzontale per farcire gli strati, oppure per una torta più alta, preparare due torte e sovrapporle.Pareggiare la basa tagliando la parte superiore per renderla piatta, se necessario. Spalmare uno strato sostanzioso di marmellata ai lamponi, qualche fragola tagliata a fettine, qualche fragolina di bosco e poi sovrapporre il secondo strato di torta. Decorare la parte superiore spalmando altra marmellata nel centro della torta per bloccare la frutta ella decorazione. Una volta guarnita la torta con la frutta, intera o a fettine, profumare con qualche fogliolina di menta fresca ed uno spolverizzata di zucchero a velo. Servire tagliata a fette decorando ogni piatto con panna montata, sciroppo di fragole o cioccolato fondente fuso a piacere.


Potrete seguire Daniela sulla sua pagina facebook qui:
BIO PIATTO

lunedì 3 aprile 2017

Crostata salata ricotta e salame




Ingredienti:
per la frolla
300 g di farina
130 g di burro
acqua fredda
1 pizzico di pepe

un pizzico di sale

per il ripieno
400 g di ricotta
150 g di salame a fette
50 g di parmigiano grattugiato
1 uovo
pepe
 


Preparazione:
impastare velocemente il burro con la farina ed il pepe.
Aggiungere dell'acqua ghiacciata se necessario.
Impastare fino ad formare una palla di impasto.
Avvolgere la frolla nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per almeno mezz'ora.
Preparare il ripieno.
Mescolare la ricotta con il parmigiano e l'uovo.
Tagliare a striscioline il salame ed aggiungerlo al ripieno
Stendere 3/4 di frolla dello spessore di mezzo centimetro.
Foderare una teglia di porcellana facendo attenzione a foderare bene anche il bordo.
Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta.
Versare il composto di ricotta e salame e livellare.
Con la frolla rimasta formare dei cordoncini per guarnire la crostata.
Infornare a 180°C per circa 30 minuti, fino a quando la frolla non sarà dorata.
Lasciare raffreddare la crostata nel forno spento ed aperto.
Servire tiepida o a temperatura ambiente.